F.A.Q.

PILLOLA ED ALTRI CONTRACCETTIVI ORMONALI:

  PILLOLA
Come funziona la pillola anticoncezionale?
È efficace?
Per prendere la pillola, cosa si deve fare?
Come si assume la pillola?
Quando la pillola comincia ad essere efficace?
Ci sono casi in cui la pillola perde la sua efficacia?
Cosa fare se si dimentica l’assunzione di una pillola?
Ci sono controindicazioni all'uso della pillola?
È possibile assumere continuativamente due confezioni di pillola anticoncezionale (senza cioè rispettare i 7 gg di sospensione),evitando così il ciclo per quel mese? Se sì, è possibile con tutti i tipi di pillola? E quali problemi comporta?
L’uso della pillola può provocare perdite di sangue tra una mestruazione e l’altra?
Bisogna sospendere l’assunzione periodicamente? Per quanto tempo si può assumere?
Può aumentare il rischio di tumore al seno?
E' vero che fa ingrassare?
E' vero che provoca macchie solari sul viso ed in altre parti del corpo?
   
  METODI DI ASSORBIMENTO ALTERNATIVO
Cos'è l'anello vaginale?
Come è fatto e come si usa l'anello vaginale?
Cos'è il cerotto contraccettivo?
Come si usa il cerotto contraccettivo?
Dove va applicato il cerotto contraccettivo?
Il cerotto contraccettivo può staccarsi con facilità?
Vantaggi dell’anello e del cerotto rispetto alla pillola
   
  DOMANDE DALLA RETE
Pillola e antibiotico?
Norlevo dopo rapporto a rischio?
Dimenticanza pillola e rapporti precedenti?
Amenorrea da sospensione pillola?
Pillola Lestronette
Klaira e vomito?
Dubbi sulla pillola contraccettiva e diarrea
Esami prima della pillola
Perdite prolungate con la pillola
Tetralysal e Nuvaring
Interruzione della pillola contraccettiva
Ciclo mestruale e assunzione della pillola anticoncezionale
Sospensione pillola e ciclo
Ho dimenticato di prendere la pillola al termine dei 7 giorni di pausa
Pillola anticoncezionale dimenticata: cosa si rischia?
Progestinico e amenorrea
Cerotto anticoncezionale
Pillola, ovaio policistico e omocisteina alta
Azione contraccettiva
Cerazette durata del periodo anticoncezionale



Come funziona la pillola anticoncezionale?

La pillola anticoncezionale contiene una combinazione di ormoni sintetici che bloccano l'ovulazione.

up



È efficace?

Se viene assunta regolarmente e senza dimenticanze ha una sicurezza contraccettiva pari al 99,9%.

up



Per prendere la pillola, cosa si deve fare?

È necessaria la richiesta di un medico. Si possono richiedere consigli direttamente al medico di fiducia o, in alternativa, rivolgersi ad una struttura consultoriale dove sarà valutata l'opportunità di effettuare esami e saranno fornite le informazioni utili per un corretto utilizzo del contraccettivo.

up



Come si assume la pillola?

Va assunta dal 1° giorno di mestruazione, ogni giorno, all’incirca alla stessa ora, fino al termine della confezione (21). Dopo una sospensione di 7 giorni, all’ottavo giorno si inizia la nuova confezione. Nei 7 giorni di intervallo, si verifica la mestruazione. Se dopo i 7 giorni di sospensione le mestruazioni non sono ancora presenti, si deve comunque iniziare l’assunzione delle pillole della nuova confezione.

In caso di mancate mestruazioni nel periodo di sospensione, se la pillola è stata assunta correttamente, se non si sono verificati episodi di vomito o diarrea, se non sono stati assunti medicinali che possano avere interferito con l’assimilazione della pillola, è molto improbabile che si sia instaurata una gravidanza. Pertanto, si deve iniziare l’assunzione del farmaco, dopo aver seguito, precauzionalmente, un test di gravidanza.

Alcune confezioni contengono un numero maggiore di compresse (<21), le ultime delle quali, però, non contengono principi attivi.

up



Quando la pillola comincia ad essere efficace?

La pillola e sicura già dal primo mese di somministrazione.

up



Ci sono casi in cui la pillola perde la sua efficacia?

Sì. Se:

  • se ne dimentica l’assunzione di una o più di una
  • si assumono alcuni medicinali (specialmente antibiotici), per cui è sempre opportuno interpellare il medico.

    NB: alcune sostanze nella medicina alternativa possono interferire nella corretta assimilazione della pillola e ridurne pertanto l'efficacia. È il caso dell'iperico e, sembra, del carbone vegetale.


  • si ha vomito o diarrea entro 4 ore dall'assunzione della pillola.

up



Cosa fare se si dimentica l’assunzione di una pillola?

Si consiglia comunque di assumerla entro le 12 ore. L’efficacia risulta comunque molto elevata anche nel caso siano trascorse 24 ore. In questo caso si consiglia di assumerne due insieme.
Se è passato trascorso più tempo, si consiglia di non interrompere l’assunzione, ma di usare sistemi alternativi.

up



Ci sono controindicazioni all'uso della pillola?

Sì. Alcune condizioni ne sconsigliano l’uso: ad esempio, le malattie vascolari, l’ipertensione grave, le malattie epatiche, l’ipercolesterolemia ecc. In questi casi, è opportuno consultare il medico prima di farne un uso regolare.

up



È possibile assumere continuativamente due confezioni di pillola anticoncezionale (senza cioè rispettare i 7 gg di sospensione),evitando così il ciclo per quel mese? Se sì, è possibile con tutti i tipi di pillola? E quali problemi comporta?

L'assunzione continuativa della pillola è una prassi abbastanza frequente per evitare le mestruazioni (per esempio per non avere le mestruazioni in viaggio di nozze o in occasione di gare sportive ecc.). È possibile con tutti i tipi di pillola.

up



L’uso della pillola può provocare perdite di sangue tra una mestruazione e l’altra?

Possono verificarsi perdite ematiche lontane dalle mestruazioni (spotting) sia durante i primi mesi di assunzione che successivamente. Il fenomeno rientra nella normalità. Se si protrae a lungo, è necessario cambiare tipo di pillola.

up



Bisogna sospendere l’assunzione periodicamente? Per quanto tempo si può assumere?

Può essere assunta in maniera continuativa per anni. Si consiglia tuttavia (sebbene non vi sia alcuna regola precisa) di non superare i 5 anni consecutivi.

up



Può aumentare il rischio di tumore al seno?

Recenti ed autorevoli studi hanno dimostrato come l’assunzione di estroprogestinici non sia associata a una maggiore incidenza di cancro al seno. Ciò è dovuto alle nuove formule che contengono ormoni a basso dosaggio e molto simili a quelli naturali.
È inoltre emerso da studi epidemiologici che l’uso dei contraccettivi ormonali previene o rallenta l’insorgenza del carcinoma ovarico ed endometriale.

up



E' vero che fa ingrassare?

Dipende da donna a donna. Le pillole di ultima generazione hanno dosaggi molto bassi che non causano l'aumento di peso. In generale, tuttavia favoriscono il ristagno dei liquidi e, dunque, un modesto aumento ponderale.

.up



E' vero che provoca macchie solari sul viso ed in altre parti del corpo?

In alcune donne, l'assunzione della pillola provoca la formazione di macchie marroni sulla pelle esposta all’azione prolungata dei raggi solari. Il viso naturalmente è la zona in cui questo fenomeno si verifica con maggiore intensità.

up



Cos'è l’anello vaginale?

L'anello vaginale è uno strumento di contraccezione ormonale per uso vaginale. Ogni anello contiene una piccola quantità di due ormoni sessuali femminili: gli estrogeni ed il progesterone.
Assorbiti attraverso la parete vaginale, entrano nella circolazione sanguigna, prevenendo l'ovulazione.
Le quantità di ormoni rilasciate sono basse, con una efficacia paragonabile a quella delle pillole di ultima generazione.

A differenza della pillola, l'efficacia dell'anello rimane inalterata in caso di disturbi gastrointestinali (vomito e diarrea) o in caso di assunzione concomitante di antibiotici ad ampio spettro. Inoltre, si riduce drasticamente il rischio di gravidanze indesiderate a causa della dimenticanza dell'assunzione quotidiana della pillola.

up



Come è fatto e come si usa l'anello vaginale?

Il dispositivo è costituito da materiale plastico inerte (atossico e anallergico), ha un diametro di 54 mm e uno spessore di 4 mm, è flessibile, trasparente.

Un anello fornisce protezione contraccettiva per un mese. Può essere facilmente inserito e può essere rimosso dalla donna stessa.

Dopo l'inserzione, l'anello deve rimanere inserito per 3 settimane, seguite da un intervallo libero di una settimana, proprio come la pillola.

Durante la settimana di intervallo, si ha la mestruazione. Può essere rimosso se provoca fastidio durante i rapporti sessuali.

up



Cos'è il cerotto contraccettivo?

Il “cerotto” è un metodo contraccettivo consistente in un cerotto adesivo da applicare sulla cute.
Contiene, come nel caso dell’anello, una piccola quantità di ormoni che vengono rilasciati e assorbiti attraverso la pelle quotidianamente.

Come l’anello contraccettivo, non risente delle condizioni che alterano l'assorbimento gastrointestinale quali vomito e diarrea, uso di lassativi, colon irritabile ecc.

up



Come si usa il cerotto contraccettivo?

Ogni confezione contiene tre cerotti che vanno cambiati ogni settimana, con l’intervallo di una settimana durante la quale si hanno le mestruazioni.

up


Dove va applicato il cerotto contraccettivo?

Nella parte bassa dell’addome, sulle natiche, nell’area superiore esterna delle braccia, nella parte alta del torace, davanti e dietro.

Non va mai applicato sul seno o zone limitrofe.

Ogni volta che viene sostituto, va applicato in un’area cutanea diversa, in modo da evitare il più possibile irritazioni della pelle.

up



Il cerotto può staccarsi con facilità?

Il cerotto è resistente all’acqua, al sudore e all’attività fisica. Le probabilità che si stacchi sono dunque molto basse (inferiori al 2%). Se dovesse accadere, è sufficiente sostituirlo con uno nuovo entro le 24 ore (se è il primo cerotto di un ciclo, meglio associare anche un altro metodo contraccettivo per i primi 7 giorni).

Questa è una preoccupazione di molte giovani donne che temono che il cerotto si stacchi facendo sport, in piscina, al mare o semplicemente facendo una doccia. Dagli studi condotti risulta una probabilità inferiore al 2% che il cerotto si stacchi completamente e del 3% in parte.

up



Vantaggi dell’anello e del cerotto rispetto alla pillola.

Dal punto di vista dell’efficacia contraccettiva i metodi sono sovrapponibili. Come sono sovrapponibili le controindicazioni e gli effetti collaterali L’uso di anello e cerotto non richiede l’assunzione per bocca con tutti vantaggi che ne conseguono.

L’impegno metabolico del fegato con il cerotto viene ridotto. Sono metodi indicati nelle donne che soffrono di celiachia e di intolleranza al glucosio, di disturbi gastrointestinali, quali vomito o diarrea frequente, colon irritabile, uso di lassativi, concomitante assunzione di altri farmaci.

Con questi metodi di assorbimento alternativo , si riducono i rischi di gravidanze indesiderate dovute alla dimenticanza dell'assunzione quotidiana della pillola
.

up



Pillola e antibiotico.

(D) Per una cistite ho dovuto prendere per tre giorni, due volte al giorno l'antibiotico Norfloxacina Eg 400, che ho preso una la mattina e una nel tardo pomeriggio con almeno 3-4 ore dall'assunzione della pillola contraccettiva.
Io prendo Sibilla da un anno e mezzo circa solo che leggendo le schede tecniche della Norfloxacina eg 400 trovo pareri e scritture contrastanti riguardo l'interferenza con la pillola...

Sentendo il mio ginecologo mi ha detto che se l'ho presa con due ore di distacco dalla pillola non c'è alcun problema d'interferenza.
Io ora non so come comportarmi, in quanto ho avuto un rapporto con il mio ragazzo dopo 3-4 giorni dalla sospensione dell'antibiotico (sto alla tredicesima pillola del blister) e non so se è il caso di prendere la pillola del giorno dopo o no.

(R) Non ci sono studi sulla interferenza tra antibiotici e terapia estro progestinica, anche recenti, che confermino una credenza così diffusa riguardo a una diminuzione dell'effetto anticoncezionale della pillola in corso di una concomitante terapia antibiotica.
L'unico antibiotico che ha confermato ridurre i livelli di estrogeni nel sangue è la rinfampicina e per il quale si suggerisce una contraccezione alternativa.

Questo tipo di antibiotico è peraltro poco usato nella pratica quotidiana per la prevenzione e la cura delle infezioni da gemi banali. Alcuni bugiardini che compaiono in rete segnalano una possibile riduzione dell’efficacia anticoncezionale della pillola nel corso di terapia antibiotica.
Queste avvertenze non si ritrovano però nelle schede tecniche originali accluse nella confezione dei vari estro progestinici ne in quelle pubblicate sul sito AIFA (Agenzia italiana del Farmaco).

Concludo dicendo che non è necessaro alcun sistema di contraccezione alternativa in corso di terapia antibiotica eccetto per alcuni farmaci, tipo la rinfampicina usata solo in alcune specifiche patologie infettive.

up



Norlevo dopo rapporto a rischio?

(D) Ho avuto un rapporto completo a rischio (rottura del preservativo) al 13° giorno del ciclo
(ciclo di 31/32 giorni) e dopo tre ore ho assunto Norlevo 1.5 mg che non mi ha dato particolari controindicazioni ma oggi, giorno successivo all'assunzione, ho notato perdite bianche non molto abbondanti.
Ho una buona copertura del contraccettivo d'emergenza e cosa potrei fare per aumentare questa copertura? É possibile assumere anche ellaone?

(R) L'azione del Norlevo è triplice e cioè agisce sul muco cervicale e sull'endometrio modificandone composizione chimica e struttura rendendo cosi ostile l'impianto dell'uovo, inibisce o differisce l'ovulazione.

Purtroppo più ci si avvia verso il periodo ovulatorio meno il farmaco esercita queste modificazioni sugli organi bersaglio diminuendone quindi di conseguenza l'effetto protettivo.

Come metodo alternativo in prossimità del periodo ovulatorio personalmente suggerisco l'applicazione di una IUD medicato al rame che assicura una copertura anticoncezionale intorno al 99%

up



Dimenticanza pillola e rapporti precedenti?

(D) Ho dimenticato di assumere una pillola della prima settimana di questo blister.
Non ho avuto rapporti durante la settimana di interruzione, ma durante gli ultimi 2 giorni dell'ultimo blister si (ho avuto rapporti (ho avuto rapporti 10 e 9 giorni prima della dimenticanza).
Rischio una gravidanza per questi rapporti precedenti? Per quanto tempo dovrò adottare metodi contraccettivi alternativi?

(R) No non rischia.
La dimenticanza di una pillola comunque difficilmente pregiudica l'effetto anticoncezionale. Per precauzione si consiglia di aspettare una settimana dalla pillola dimenticata prima di avere rapporti non protetti.

up



Amenorrea da sospensione pillola?

(D) Ho preso la pillola anticoncezionale per circa due anni (drosurelle) e l'ho sospesa a settembre (27 settembre) perché io e mio marito volevamo provare ad avere un bambino.
Ho avuto il ciclo il primo di ottobre da sospensione pillola e da allora non ho più avuto le mestruazioni; questa cosa mi era già successa qualche anno fa quando dopo aver preso la pillola per 1 anno e mezzo per regolarizzare il ciclo (che a parte i primi anni dopo sviluppo avvenuto all'età di 12 anni è sempre stato irregolare), una volta sospesa non ho avuto le mestruazioni per ben 8 mesi; volevo sapere cosa potevo fare perché in realtà sono un po' demoralizzata perché ho preso la pillola anche per regolarizzare il ciclo ma se ogni volta che la sospendo il ciclo non torna non capisco l'utilità di prendere la pillola, inoltre il tempo passa e forse sbaglio ma penso che se non ho il ciclo vuol dire che non ovulo e dunque non so se posso rimanere incinta comunque.

(R) Sicuramente in questi periodi di amenorrea non ovula.
La pillola può sopprimere per interferenze funzionali con l’ipofisi, in alcuni casi e in modo transitorio , l'attività ovarica, inoltre può far aumentare i livelli di prolattina con conseguenza inibizione della ovulazione. Pertanto dovrebbe effettuare un dosaggio ormonale per stabilire la causa dell’ amenorrea.

Successivamente se il profilo ormonale è normale e vuole un figlio dovrebbe provare ad intraprendere una terapia di stimolo sulle ovaie. Poiché da quello che riferisce è anche sottopeso.

Le consiglio comunque di rivolgersi al suo ginecologo di fiducia affinché possa indicarle, con il conforto di una valutazione clinica, la strada più opportuna da seguire per un idoneo trattamento.

up



Pillola Lestronette.

(D) La mia ragazza ha assunto la pillola Lestronette corettamente per tutto il mese ma, nella settimana di pausa, non le si è presentato il ciclo ma qualche macchia un po piu chiara del tipico sangue.
Ora è preoccupata sia per la mancanza di ciclo sia per queste macchie piu chiare e non avendo avuto ne diarrea ne vomito ne assunzione di farmaci o antibiotici pericolosi per la contraccezione vuole fare un test di gravidanza per verificare queste sue ansie.

Premetto che ha ricominciato il blister di Lestronette come da tempistiche di assunzione essendo passati, ad oggi, 11 giorni dall'ultimo rapporto non protetto; dovrei farle fare questo test gia a partire da oggi?

(R) Durante l'asssunzine della pillola capita che il mestruo sia molto scarso.
Se, come dice lei, l'assunzione è stata regolare, non si sono verificato episodi di vomito e diarrea e non ha assunto farmaci non c'è motivo di preoccupazione per una eventuale gravidanza.

Le perdite più chiare sono dovute al fatto che l'endometrio, la mucosa che riveste l'utero
per azione della pillola ha una scarsa attività proliferativa, per cui sia l' endometrio che i vasi sanguigni che lo irrorano sono in uno stato di "pseudoatrofia" dunque di conseguenza al momento della sospensione la quantità di materiale espulso è scarsa, talora quasi assente
.

up



Klaira e vomito?

(D) Assumo Klaira da tre mesi e non ho mai commesso errori, ieri sera alle 22 ho assunto la 22esima compressa ma a 00.15/30 ho vomitato. Il bugiardino suggerisce entro le 12 ore l'assunzione della compressa successiva, quindi dovrei prendere la compressa 23 e continuare successivamente l'assunzione di mattina o iniziare un nuovo blister stasera?

(R) Stamani avrebbe dovuto prendere la compressa 23 (se non la ha ancora presa la prenda appena possibile) stasera la 24. Poi prosegua regolarmente la sera fino a fine confezione Tenga comunque conto che sulla fine del blister, anche se si dimentica una compressa, si ha ancora l' effetto protettivo del contracettivo.

up



Dubbi sulla pillola contraccettiva e diarrea.

(D) Desidero ricevere un chiarimento per quanto riguarda la diarrea se si assume la pillola contraccettiva, dato che, purtroppo, su internet si leggono le cose più disparate e non si è sempre in grado di capire dove stia la verità.
Da mercoledì sto poco bene. Ho contratto l'influenza intestinale (come il mio medico ha "diagnosticato"). Ho avuto febbre, che fortunatamente non ha superato i 38° e poi crampi allo stomaco, come se avessi un'intossicazione in atto.
Chiaramente in questi giorni sono andata in bagno. Mercoledì è stato normalissimo. Giovedì sera ho avuto feci molli, ma comunque formate (non liquide, come fossero acqua). Ieri, sempre la sera, ho avuto feci molto soffici. Oggi, invece, prima di pranzo ho avuto feci direi "perfette", le ideali, ecco (e avevo fatto colazione). Dopo pranzo invece sono tornate molli, ma comunque formate, non liquide.
Ora, tutti questi episodi che ho riportato sono avvenuti sempre PRIMA che prendessi la pillola (la assumo di norma verso le 22.00). Dopo l'assunzione NON è mai avvenuto nulla. A questo punto, vorrei porre i miei dubbi:

  1. Che io sappia, solo in caso di DIARREA GRAVE avvenuta entro 4h dall'assunzione della pillola, può esserci un mancato assorbimento. Ma con "diarrea grave" esattamente cosa intendiamo? Gli episodi che ho riportato più sopra possono essere considerati "diarrea grave"?
  2. In caso di mancato assorbimento, come dovrò comportarmi per garantire la contraccezione?

(R) Mi permetto di risponderle in maniera breve.
Per diarrea grave si intendono scariche di feci liquide, molto spesso ripetute in un breve arco di tempo. Gli episodi da lei riportati non si configurano come episodi diarroici.

Escluderai dunque in base alle notizie da lei riferita che non ci sia stato assorbimento del farmaco
.

up



Esami prima della pillola.

(D) Il dermatologo mi ha prescritto yasmine+androcur per cercare di correggere il mio lieve irsutismo (da enzima alfa 5 reduttasi ).Non ho mai preso la pillola, né il dermatologo mi ha consigliato delle analisi.
Vorrei sapere quali sono gli esami e le analisi che, generalmente, è opportuno fare.
Ci tengo ad aggiungere che nella mia famiglia ci sono casi di ipertensione, problemi cardiaci ed un episodio di trombosi in giovanissima età(17 anni).

(R) In effetti con predenti famigliari di trombosi si consiglia di effettuare uno screening ematologico per valutare la predisposizione a tali episodi.

up


Perdite prolungate con la pillola.

(D) Assumo la pillola anticoncezionale Loette da ormai 6 anni con regolarità, senza aver avuto mai problemi, se non qualche fenomeno di spotting poco prima della fine del blister e dell'inizio della pausa di sospensione.
Ora però mi trovo a vivere una situazione mai affrontata prima. Queste mese le prime perdite hanno cominciato a presentarsi alla intorno alla 19° pillola accompagnate da un ciclo normale durante la pausa di sospensione della durata di 4 giorni. Sabato, come di consueto, ho iniziato il nuovo blister e non le piccole perdite rosse hanno cominciato a ricominciato a comparire ieri, dopo ben 4 confetti, cosa potrebbe essere?

(R) Dopo lunghi periodi di assunzione di un estroprogestinico l'endometrio, la mucosa che riveste la cavità dell'utero, si assottiglia andando incontro ad una sorta di atrofia. I vasi sanguini che irrorano l 'endometrio diventano più superficiali e di conseguenza anche piccole perdite fisiologiche di mucosa endometriale possono portare modesti sanguinamenti chiamati spotting.
Le perdite ematiche possono essere sporadiche oppure invece ripresentarsi ogni mese.
Lo spotting è quindi un fenomeno contemplato nelle terapie estroprogestiniche Il suggerimento, se la sintomatologia persiste, è di interrompere per un mese l’assunzione del farmaco dando cosi il tempo alla mucosa di rigenerare
.

up


Tetralysal e Nuvaring.

(D) Ho preso tre mesi di antibiotico Tetralysal per l'acne al viso e ho finito di assumerlo la sera del 3 maggio. Durante la cura non ho mai smesso di usare Nuvaring (ormai è da ottobre che lo uso)... quando potrò avere rapporti sessuali con il mio partner senza usare il preservativo? Ed essere sicura di non rimanere incinta!

(R)La tetraciclana non è tra gli antibiotici che interferiscono con l'estroprogestinico diminuendone l'effetto contraccettivo.
L'uso della via vaginale di somministrazione inoltre evita anche il rischio di malassorbimento del farmaco a causa di eventuali diarree causate dall'antibiotico
.

up



Interruzione della pillola contraccettiva.

(D) Salve vi pongo il mio quesito: ho interrotto la pillola alla seconda settimana di assunzione. Il sabato mattina ho avuto rapporti non protetti ma la sera ho dimenticato la pillola così ne ho prese due la domenica sera. Nei giorni seguenti per vari problemi ho dimenticato la pillola per tre giorni quindi ho deciso di sospenderla ma al quarto giorno ho avuto un rapporto non protetto.
Ora cosa mi devo aspettare?? Ho iniziato ad avere perdite di sangue oggi, è possibile una gravidanza essendoci stato un rapporto dopo 4 giorni che non assumevo la pillola??

(R)La gravidanza è possibile, avendo effettuato solo una settimana o poco più di anticoncezione, però, si può dire, che sia anche evento poco comune.
Infatti a volte bastano poco giorni di somministrazione di estro progestinico perché si stabilisca una transitoria infertilità. Le perdite che lei riferisce sono molto probabilmente legate alla sospensione della pillola
.

up



Ciclo mestruale e assunzione della pillola anticoncezionale.

(D) Ho ripreso a prendere la pillola, dopo un mese di interruzione, nel primo giorno (oggi) di mestruazioni. Tutto bene per sei giorni, ciclo normale come sempre, finito, ma solo per un giorno, poi tutti i giorni ho una macchia di sangue dentro la vagina, oggi è il quinto giorno. Posso sapere perché? È probabile che sia incinta? Ho fatto il test due giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e non risultava una gravidanza.

(R)La pillola anticoncezione può dare spotting e cioè piccole macchioline di sangue che si presentano talora proprio nei primi giorni di somministazione dell'estroprogestinico e che scompaiono con il proseguimento della somministrazione.
Tutto nella norma dunque. Non ritengo probabile una gravidanza
.

up



Sospensione pillola e ciclo.

(D) Buongiorno dottore, le scrivo perché ad Agosto ho sospeso la pillola Estinette dopo 2 anni e mezzo e il ciclo è arrivato il 17 Agosto, a settembre non ho avuto nessun problema ed il ciclo è arrivato il 19 Settembre e anche ad Ottobre è arrivato il 22. Qui a Novembre, 3 mese di sospensione il ciclo non è ancora arrivato. Ho avuto due rapporti sessuali ma protetti con il preservativo. Da cosa può dipendere? Come mi devo comportare?? Sono una ragazza di 23 anni. Grazie della gentilezza.

(R)Una volta accertato che non vi sia una gravidanza in atto le suggerisco di aspettare.
In genere i ritardi mestruali alle sua età sono dovuti ad un breve periodo di quiescenza ovarica legata a motivi più svariati alcuni dei quali sono noti e riguardano lo stile di vita ( cambiamenti climatici e stagionali, viaggi stress, variazioni di alimentazioni, ecc). In altri casi questi episodi avvengono senza una causa apparente . il fenomeno è comunque transitorio e si risolve spontaneamente
.

up



Ho dimenticato di prendere la pillola al termine dei 7 giorni di pausa.

(D) Buongiorno, ho dimenticato di prendere la pillola del blister nuovo e quindi ho saltato questo mese, poi dopo 15 gg dal giorno in cui avrei dovuto iniziare il blister nuovo ho avuto delle perdite, così ho incominciato a prenderla. Ho fatto bene, o non era il ciclo? Nel frattempo, il giorno in cui avrei dovuto iniziare a prendere la pillola del blister nuovo e quindi l'ultimo giorno di ciclo ho avuto un rapporto. Potrei essere a rischio?

(R)Direi di no che non è a rischio.
Riguardo all'assunzione della pillola al 15 giorno ha due opzioni
La prima di interrompere, aspettare che le venga la mestruazione ed iniziare il nuovo blister dal primo giorno di mestruo
La seconda di continuare la somministrazione. In questo caso posticiperà il mestruo alla fine del blister.
In questa eventualità l’effetto anticoncezionale però non è garantito
.

up



Pillola anticoncezionale dimenticata: cosa si rischia?

(D) Buongiorno, ho 28 anni, da due anni prendo la pillola zoely.
Il mese scorso ho fatto davvero confusione! Ho dimenticato di assumere la pillola numero 7 che è stata assunta 15 ore dopo, e la pillola numero 23.
Così come da indicazione del bugiardino ho interrotto e sono passata alle 4 compresse placebo. Ho avuto il ciclo puntuale ma molto scarso, sono andata a fare una visita di controllo il primo giorno del nuovo blister e mi è stato detto di stare tranquilla in quanto l'endometrio era sottile.
Ho avuto un rapporto non protetto il 5 giorno del nuovo blister; al giorno 10 della pillola il ginecologo mi ha fatto un'altra visita con test di gravidanza negativo in quanto sentivo il seno gonfio. Sono alla 16 pillola ed è da qualche giorno che ho dolori alla pancia, seno che si ingrossa e fa male a giorni alterni e ieri una piccola perdita rosa/beige.Potrebbe trattarsi comunque di una gravidanza? oppure si tratta di altro?

(R)No, non una gravidanza. Probabilmente è l'effetto della pillola.

up



Progestinico e amenorrea

(D) Dopo circa 10 anni di pillola Minulet abbiamo deciso di avere una gravidanza, per cui la mia ginecologa mi ha fatto smettere la pillola ed eseguire alcuni test iniziali, tra cui Emocromo, Sideremia, Omocisteina, Anti-Citomegalovirus, Anti-Rosolia, Anti-Varicella, FT3, FT4, TSH, ecografia del seno e della tiroide, tutti risultati perfetti. Ho iniziato ad assumere acido folico.
Dopo la sospensione della pillola ho avuto un solo ciclo per così dire "naturale", 6 mesi fa. La dottoressa mi ha prescritto allora Chirofert uno la mattina uno la sera (che sto ancora assumendo), ma nessun ciclo.
Altro controllo: curva glicemica, FSH, LH, Prolattina ed Estradiolo, tutti risultati nella norma.
Successivamente eseguiti FT3, FT4, TSH, ottimi risultati.
Prescritto allora ovuli di Progeffik uno la sera per 10 giorni (adesso li sto assumendo) contando che torni il ciclo.
Cosa mi potete dire in merito? Con il progesterone tornano le mestruazioni assenti da tanti mesi? Come funzionerebbe il procedimento?

(R)Con il progesterone le mestruazioni con molta probabilità le torneranno .
Il problema però si potrà ripresentare al ciclo successivo in quanto il progestinico risolve il sintomo (la amenorrea) provocando appunto mestruazioni da sospensione ma non la causa, a meno che la sua ginecologa non voglia intraprendere successivamente una terapia di stimolo della funzionalità ovarica
.

up



Cerotto anticoncezionale

(D) Buongiorno, vorrei sapere alcune cose sul Cerotto Evra prescrittomi dallo specialista:
1) È sicuro?
2) Tutti i cerotti hanno la stessa componente ormonale, ovvero se uno si stacca possono metterne un altro preso da una seconda scatola senza problemi o la dose ormonale è diversa?
3) È facile che si stacchi?
4) C'è scritto di non metterlo sulla peluria, ma io ho peluria un po' ovunque, rischio mettendolo sui peli di inficiare la proprietà contraccettiva?
5) Altri pro e contro?

(R)Le rispondo di seguito ad ogni domanda:
1) È sicuro?
SI

2) Tutti i cerotti hanno la stessa componente ormonale, ovvero se uno si stacca possono metterne un altro preso da una seconda scatola senza problemi o la dose ormonale è diversa?
HANNO TUTTI LA STESSA COMPOSIZIONE ORMONALE

3) È facile che si stacchi?
NO

4) C'è scritto di non metterlo sulla peluria, ma io ho peluria un po' ovunque, rischio mettendolo sui peli di inficiare la proprietà contraccettiva?
QUESTA AVVERTENZA E' PER SEGNALARE LA POSSIBILITA' DI UNA MINOR ADERENZA E QUINDI UNA MINORE TENUTA.
SE CEROTTO E' BEN SISTEMATO IL PELO NON INTERFERISCE

5) Altri pro e contro?
CONTRO
QUELLI DI TUTTI I CONTRACETTIVI A BASE ORMONALE
PRO
L'ASSORBIMENTO PER VIA PERCUTANEA LA METTE PIU' AL SICURO DA EVENTUALI DIMENTICANZE E LA RIPARA DA PROBLEMI DI MAL ASSORBIMENTO LEGATI A DISTRURBI GASTROINTERSTINALE( VOMITO, DIARREA)

up

Pillola, ovaio policistico e omocisteina alta

(D) Ho assunto la pillola anticoncezionale per tre anni, mi sono sempre trovata bene e non ho riscontrato effetti negativi.
Da circa un anno, mi sono però accorta di avere l'omocisteina alta (con la massima 10, il mio valore era a 17), così ho eseguito diverse cure sempre prendendo però comunque la pillola.
Da 6 mesi a questa parte, ho dovuto smetterla perché il mio medico di base dice che potrei essere ancora di più a rischio trombosi se assumessi ancora la pillola (me l'ha vietata per sempre). Smettendola, da ecografie interne, ho così scoperto di avere l'ovaio policistico e mi sono riempita di brufoli fastidiosi.
Premetto che le mie ultime analisi era giuste con tutti i livelli adeguati, potrei ricominciare la pillola?

(R)Un valore anormale di omocisteina come unico parametro e nell'indice da lei riferito non è una controindicazione all'uso della pillola; teoricamente dunque potrebbe ricominciare. La consiglio comunque di sentire il parere del suo ginecologo di fiducia.

up

Azione contraccettiva

(D) Sono una ragazza di 31 anni. Vorrei iniziare Nuvaring, dopo che finora ho utilizzato la pillola Yasminelle. Sapendo di non essere costante con la pillola, la prendevo per regolarizzare il ciclo (due-tre volte l'ho dimenticata e difficilmente la prendevo sempre allo stesso orario).

Vorrei passare al Nuvaring.

L'ultima pillola l'ho assunta giovedì 23 febbraio e ieri mattina (27 febbraio) sono comparse le mestruazioni.
Devo iniziare Nuvaring venerdì 3 marzo o avrei dovuto iniziare ieri?
Dopo quanto sono coperta dall'azione contraccettiva?

(R)Si consiglia, quando si cambia sistema contraccettivo, di iniziare l'assunzione dal 1 giorno di mestruazione. Però l'effetto protettivo è assicurato anche quando si inizia dopo 7 giorni di pausa dall'ultima somministrazione del precedente metodo. L'efficacia contracettiva è assicurata dal 1 giorno di terapia..

up

Cerazette durata del periodo anticoncezionale

(D) Dopo una serie di problemi di varia natura ho deciso di interrompere l'assunzione della pillola cerazette, prescritta dopo aver constatato in seguito ad analisi del sangue approfondite presso la mia ginecologa che il dosaggio ormonale della pillola che prendevo (loette) era eccessivo.
Soffro di ovaio policistIco e ho iniziato ad assumere cerazette con il solo scopo anticoncezionale ma dopo nove mesi mi sta dando continui problemi umorali (e parlo come paziente in terapia psicologica da anni). Ho consultato la mia ginecologa riguardo l'interruzione e, mancandomi poche pillole alla fine del blister, mi ha consigliato di finirlo anche se l'unico rischio nell'interrompere prima pare essere una mestruazione abbondante.
La mia domanda è :dopo quanti giorni dall'ultimo rapporto non protetto posso smettere di usarla?

(R)La normale funzionalità ovarica dopo la sospensione della pillola non si ripristina immediatamente.Pertanto può interromperla anche in concomitanza con l'ultimo rapporto

up


CONTRACCEZIONE
LARC
METODI NATURALI
PILLOLA ED ALTRI CONTRACCETTIVI ORMONALI
GINECOLOGIA
GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
HPV E PATOLOGIE CORRELATE
INFEZIONI
MENOPAUSA
PAP-TEST E COLPOSCOPIA
SALUTE
SENOLOGIA

Se tra le FAQ non trovi il quesito che ti interessa, puoi scrivere direttamente al mio indirizzo e-mail


Via Capitan Fiorillo 11, 54033 MARINA DI CARRARA (MS)
mob: 335/6663687 - email: gentili.cc@libero.it