F.A.Q.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:

  DOMANDE DALLA RETE
Possibilità gravidanza a 45 anni?
Gravidanza post pillola PRIMA del primo ciclo naturale
La contropermanente o lisciatura
Precisazioni sulla toxoplasmosi
Clomid e Lutenyl - ricerca gravidanza
Assumere alcool e droghe nel primo mese di gravidanza
Il test di gravidanza è affidabile?
Data presunta del rapporto fecondante
Come si può contrarre la toxoplasmosi?
Herpes di tipo 1 in gravidanza
Trattamento per galattorea
Gravidanza al 2° mese con HPV +



Possibilità gravidanza a 45 anni?

(D) Ho 45 anni e dal giugno scorso cerco con mio marito una gravidanza, anche se non con troppa insistenza. Mi rivolgo a Voi per un consulto in quanto faccio uso di psicofarmaci, che in caso di gravidanza sospenderei, dato anche un aborto risalente a quasi sei anni fa e certamente dovuto ai medicinali. Sono una donna coraggiosa e il mio desiderio di maternità supera ogni limite.
Ho dei cicli piuttosto irregolari, che si presentano a volte con intervalli di 28 giorni, altre volte di 35-37 giorni. Eccone una rapida cronistoria, riferita agli ultimi mesi: 13 giugno; 11 luglio; 5 agosto; 3 settembre; 24 settembre; 28 ottobre; 28 novembre; 22 dicembre. Adesso, al 24 gennaio, ancora nulla si è visto. Avverto però qualche dolorino riconducibile a una sindrome premestruale, ma non forte; inoltre ho notato proprio stasera perdite incolori nei miei slip, con un leggero odore di ammoniaca.
Ricordo che, in occasione di quella sfortunata gravidanza del 2010, ebbi la candida.
Cosa mi dite ? Quando fare il test ?

(R)I test che si acquistano in farmacia sono precoci(segnalano una gravidanza già dal giorno della mancata mestruazione di un ciclo regolare) ed affidabili.
Vista la sua storia mestruale,a meno di clamorosi ritardi il test potrebbe già dare una risposta attendibile.

up



Gravidanza post pillola PRIMA del primo ciclo naturale

(D) La disturbo per porLe un quesito che mi assilla in questi ultimi giorni.
Ho terminato di prendere la pillola contraccettiva (arianna), dopo 10 anni, con il mese di Novembre, l'ultimo ciclo "pilotato" è stato il 24/11 ed è durato i soliti 3 giorni.
Ad oggi ancora il ciclo naturale non mi è arrivato!! Intorno a Natale ho iniziato ad avvertire quelli che vengono definiti sintomi di gravidanza (facilmente confodibili con quelli pre-mestruali). In data 4/1 ho fatto il primo test di gravidanza risultato negativo...a distanza di una settimana, visto che il ciclo ancora non è arrivato, ho rifatto il test, questa volta risultato positivo!!( questo secondo test era un ClearBlue digitale che mi ha indicato "incinta da 1-2 settimane).
Sono in attesa di una visita dal ginecologo che sono riuscita a prenotare per il 25/01, mancano due settimane e nel frattempo mi sono messa a leggere qua e là su internet... Ho letto pareri discordanti in merito, alcuni mi preoccupano parecchio!!! Per esempio ho letto che il feto è più soggetto a malformazioni o addirittura si è molto a rischio di aborto spontaneo. E' così? Premetto che non ho mai avuto aborti, nè voluti nè spontanei, ma ho avuto una gravidanza 10 anni fa per cui non ho avuto nessun tipo di problema..

(R)Sia serena non è stato dimostrato esistere alcun aumentato rischio, rispetto ai controlli, nè di malformazioni nè di aborto in seguiito ad una gravidanza dopo sospensione da pillola

up


La contropermanente o lisciatura

(D) Volevo chiedere un consulto: sono alla 20° settimana di gravidanza e vorrei fare la contropermanente o lisciatura.il mio ginecologo mi ha detto di evitare prodotti con ammoniaca,il foglio illustrativo dice di contenere sali di acido tioglicolico e acqua ossigenata.
P
osso procedere con la lisciatura o ci sono rischi per il mio bambino?

(R)Può procedere.

up


Precisazioni sulla toxoplasmosi

(D) Sono incinta alla 21 settimana e non immune alla toxoplasmosi.
Avrei 3 domande da farle:

  1. Le uova crude o le creme fatte in casa crude sono pericolose per la salmonella. Ma anche per il toxoplasma?
  2. Il pesto comprato io l ho sempre mangiato, nessuno mi ha mai detto che potesse essere pericoloso per il toxoplasma, invece ieri ho letto un articolo in cui dicevano che è sconsigliato.
  3. Le rosticciane cotte alla brace, anche se cotte per molto tempo rimangono sempre rosate in prossimità dell'osso. Le temperature raggiunte nella cottura alla brace sono sufficienti eventualmente a distruggere il toxoplasma?

(R)Le sue domande necessitano di una risposta più ampia.
La toxoplasmosi è causata un protozoo.
Questo microrganismo, peraltro estremamente labile, viene trasmesso agli animali (soprattutto i maiali) e all'uomo attraverso gli escrementi di animali domestici ,prevalentemente il gatto, che è l’ospite definitivo e il quale a sua volta viene infettato per ingestione di carne infetta o tramite ingestione di oociti escreti da altri gatti. Il microrganismo si può trovare in natura in altri ospiti accidentali quali animali carnivori, onnivori ed erbivori (alcuni mammiferi, uccelli ed in qualche rettile) ma che costituiscono una quota irrilevante nella trasmissione ed il contagio della malattia.

Il rischio di contrarre la toxoplasmosi nella popolazione generale oggi è estremamente basso.

Lo dimostrano i dati da cui emerge che la stragrande maggioranza delle giovani generazioni (negativa al TOXO test) risulta di non aver mai contratto la malattia nell’arco della vita.

Questo è dovuto al fatto che i cibi che noi mangiamo vengono da produzioni igienicamente controllate e inoltre difficilmente raggiungibili da animali in grado di contaminarle.
Parlo dunque di serre e di grandi produzioni ortofrutticole , di allevamenti a carattere industriale di suini e bovini dove purtroppo le scrofe e vacche non abbandonano mai la stalla.
Le assicuro che è veramente difficile contrarre una toxoplasmosi tra la popolazione in generale e nella donna gravida in particolare.

up


Clomid e Lutenyl - ricerca gravidanza

(D) A novembre 2014, dopo diversi mesi discontinui (direi un anno) di ricerca gravidanza, ho avuto un aborto a causa del cosiddetto "uovo bianco/chiaro". Nel raggio di poco abbiamo ripreso più continuativamente, ma purtroppo senza test positivi.

Negli ultimi 6-7 mesi ho avuto perdite subito prima l'ovulazione, subito dopo o in entrambi i momenti. in particolare a dicembre si è verificato spotting infra-ciclo per oltre 2 settimane. Preme evidenziare che ho un ciclo davvero molto molto abbondante e doloroso; seppur raramente è capitato anche lo svenimento.
Il pap test non ha rilevato anomalie, la ginec ologa visto il perdurare della mancata gravidanza e la situazione delle perdite, mi ha prescritto un'ecografia, dalla quale sono state evidenziate entrambe le ovaie multifollicolari e una ciste insignificante. Dato che non ha rilevato nulla di particolarmente grave, ha supposto che si trattasse di un problema ormonale, quindi mi ha prescritto il Clomid e il Lutenyl, quest'ultimo per 3 mesi e a decorrere dal XII giorno (quindi prima dell'ovulazione).

Ho cominciato ad assumerlo da gennaio e le mestruazioni (in corso) sono state assolutamente meno abbondanti rispetto al solito e altresì meno dolorose; ho avuto una risposta diversa anche dal seno (nessuna tensione/gonfiore, che invece prima solitamente si verificava).
La ginecologa diceva che il progesterone dovrebbe aiutare la ricerca, ma leggendo pareri medici pare che assumerlo da prima dell'ovulazione ne comporti il blocco, è vero? Dovrei assumerlo solo dopo l'ovulazione? Immagino lo abbia prescritto da prima per la questione delle perdite pre-post ovulazione, ma cosa può conseguire?

(R)Se lei sta eseguendo una terapia di stimolo ovarico con clomid l'uso del progestinico non è indicato. Il clomid viene somministrato per 5 giorni a partire dal V giorno dall'inizio delle mestruazioni,. Potrebbe essere utile, in XII-XIII giornata, effettuare un controllo ecografico per valutare la presenza di un follicolo dominate, espressione di una imminente ovulazione

 

(D)Ll'intenzione era di riequilibrare le ovaie multi follicolari, togliere le perdite infra ciclo e contenere il flusso abbondante delle mestruazioni così da permettere alle ovaie un lavoro meno faticoso di ciò che è ora e portarle in linea a come dovrebbe essere. non era finalizzato ad una vera stimolazione ovarica, più ad una regolarizzazione che quindi permetta e conceda una gravidanza naturale.
Da qui viene la mia domanda se comunque l'assunzione del lutenyl sia corretta prima dell'ovulazione (che non la blocchi).

ps. il clomid mi è stato detto di prenderlo come sostituto dell'acido folico, quindi ho inteso tutti i giorni almeno finché c'è la terapia lutenyl.

(R)Non mi risulta che il clomid abbia questa indicazione nè che debba essere preso in maniera continuativa Riguardo al lutenil essendo un progestinico può interferire con lo sviluppo del follicolo e quindi con l'ovulazione.

Tenga conto che la cosiddetta "pillola del giorno dopo" è composta di un progestinico ad alte dosi e uno degli scopi di questa preparazione è di inibire l'ovulazione e il Cerazette è una pillola anticoncezionale a base solo di progestinico.

up


Assumere alcool e droghe nel primo mese di gravidanza

(D) Buongiorno, sono una ragazza di 22 anni.
Sono incinta di circa un mese ma l'ho scoperto solo da pochi giorni e la gravidanza è stata inaspettata. So che vi sembrerà una domanda un po' strana, ma non aspettandomi di essere incinta ed essendo molto giovane in questo ultimo mese ho assunto 3/4 volte droghe come extasy e in piccolissime dosi anche cocaina, oltre ad avere fumato sigarette regolarmente e aver bevuto alcolici saltuariamente.
Volevo sapere se possibile quanto questo abbia potuto influire nella gravidanza.
Ovviamente adesso dopo aver scoperto di essere incinta non faccio più nessuna di queste cose, ma nel primo mese di gravidanza quanto può danneggiare il feto l'assunzione di droghe/alcool? Il mio bambino avrà problemi? Vi ringrazio per la vostra disponibilità.

(R)Fortunatamente poche sono le sostanze che hanno effetti teratogenici sul feto. Le droghe da lei citate se prese in maniera saltuaria e a piccole dosi non possono aver influenzato la gravidanza. Il suo impegno a condurre una vita sana sono una garanzia per portare a termine una buona gravidanza e per la salute del futuro nascituro.

up



Il test di gravidanza è affidabile?

(D) Salve avrei bisogno di un consulto.
Ho avuto un rapporto protetto con il mio ragazzo ma si è rotto il preservativo, ce ne siamo accorti subito e abbiamo immediatamente interrotto il rapporto, non c'è stata eiaculazione quindi non ho ritenuto opportuno ricorrere alla pillola del giorno dopo.
4 giorni dopo ho avuto il ciclo, quindi ero tranquilla. Questo mese però, nei giorni in cui aspettavo il ciclo, ho avuto soltanto delle macchie inizialmente marroncine e poi rosso vivo ma durate solo 4 giorni, senza un flusso vero e proprio.
Presa dal'ansia, ho effettuato un test di gravidanza illa test, di sera, non ho aspettato la mattina per le prime urine, ed è risultato negativo.
È affidabile dopo 8 settimane dal rapporto a rischio? Posso stare tranquilla oppure devo preoccuparmi per un falso negativo? Non ho più avuto rapporti dopo quello considerato a rischio.

(R)I test di gravidanza in commercio nelle farmacie sono molto affidabili e sensibili.
Rilevano un'eventuale gravidanza già dal giorno della mancata mestruazione. Raramente si possono verificare dei falsi positivi dovuti quasi sempre a contaminazione ematica che si verifica in seguito a un prelievo non corretto.

up


Data presunta del rapporto fecondante

(D) Buongiorno, vorrei informazioni per quanto riguarda la Dpp sull’ecografia in gravidanza. Sono di 33settimane +3 secondo i calcoli del ginecologo, ho sempre avuto un ciclo irregolarissimo Il penultimo ciclo è stato il 24 febbraio e l’ultimo iniziato il 7 aprile e avviato del tutto l’8, quindi il mese di marzo è salutato del tutto, dopo di che sono rimasta incinta … ho avuto sempre dei rapporti completi con il mio ragazzo, tranne il 24 aprile che ho avuto un coito interrotto con un rapporto extra, (lo so da stupide e imbecille) ora la mia paura più grande è che sia rimasta incinta di questo rapporto …. il ginecologo mi ha sempre detto che il feto era più piccolo già dalla prima eco, infatti la prima eco l’ho fatta a 8+5 e sull’eco c’è scritto 7+5 anche sulla morfologica c’è scritto dato presunta del parto 13 gennaio 21+4 poi però c’è un’altra dicitura con scritto stabilite 2 date dpp 21 gennaio e 20+3 settimane di gestazione ….. è possibile che sia rimasta incinta secondo i calcoli il 29 aprile???
Quindi è possibili che una micro eiaculazione avvenuta il 24 possa aver potuto fecondare il 29?? Con il mio ragazzo non ricordo per niente quando abbiamo avuto rapporto ma per certo tutti erano completi …. lo so ho fatto un enorme sbaglio ma ora non so che fare.

(R) Se l' 8 di aprile ha avuto l'ultima il giorno 24 aprile era un giorno a rischio. Però tenendo conto che l'epoca gravidica è stata costantemente calcolata con una settimana in ritardo rispetto all'ultima mestruazione anche la data del rapporto fecondante conseguentemente dovrebbe essere spostata.
Questo almeno in teoria. Però tenga conto che calcoli ecografici per stabilire l'epoca del rapporto fecondante non sono così matematici ma possono avere varianti legate al tempo in cui l'uovo feconfato impiega ad impiantarsi in utero e al tempo di sviluppo durante le prime settimane di gestazione.

up


Come si può contrarre la toxoplasmosi?

(D) Sono all'8° mese di gravidanza e sono sempre stata attenta alla mia alimentazione, ma ieri mi hanno servito una pizza con sopra pomodorini crudi, io li ho scartati ma ho mangiato lo stesso la pizza. Rischio di averla presa cosi? Si può prendere per contatto di verdura cruda con la pizza calda? Dopo quanti giorni posso fare analisi toxotest per controllare? Sono molto in ansia.

(R) SIl toxoplasma è un il parassita che alberga nelle feci dei gatti o di altri animali a sangue caldo e che si trasmette con la contaminazione di queste del terreno attraverso le verdure o attraverso carni poco cotte di animali che vivono in allevamenti all'aperto, in stalle e in porcili.
Ormai da anni i salumi che noi mangiano provengono da allevamenti di tipo industriale sottoposti a controlli da parte degli uffici di igiene delle ASL. I mangimi che vengono dati alle bestie provengono anche essi da lavorazioni sottoposte a loro volta a controlli igienico sanitari. A questo si aggiunge che alcuni studi hanno iniziato a ipotizzare come perfino i salumi a lunga stagionatura, come i prosciutti crudi, grazie ai processi che subiscono, possano considerarsi sicuri. Anche le verdure che provengono da una produzione di tipo industriale sono coltivate in terreni e serre difficilmente raggiungibili da felini; inoltre sono trattate con disinfettanti ed antiparassitari che non rendono facile la crescita del parassita.
Il rischio di contrarre un'infezione da Toxoplasma è dunque oggi raro ancor più se si usano norme igieniche elementari quali il lavaggio delle verdure e la cottura degli alimenti. È un dato di fatto che rispetto al passato un numero molto alto di giovani donne, che si sottopongono al test durante la gravidanza, risultano non avere mai contratto l'infezione.

up

Herpes di tipo 1 in gravidanza

(D) Sono in gravidanza 9 settimane. Ho ritirato le analisi e l'herpes tipo 1 igG positivo. IgM dubbio. Ho paura, che significa? Può diventare positivo?

(R) Tutti i pazienti contagiati dal virus del Herpes simplex avranno sempre quantità misurabili di immunoglobuline G, che viene cioè considerato un anticorpo di memoria, mentre solo in occasione delle riattivazioni sarà possibile rilevare gli anticorpi IgM.
Un esame dubbio non riveste alcun significato in termini di riattivazione della infezione Tenga comunque presente che in gravidanza l'infezione herpetica è pericolosa per il nascituro solo quando il virus è presente ed attivo nel tratto genitale inferiore al momento del parto.
L'infezione genitale da Herpes, causata prevalentemente dal tipo 2, è molto, molto più rara dell'infezione del tipo 1 (quella labiale) di cui molti di noi sono stati affetti. Un eventuale riattivazione dell’infezione di herpes labiale in gravidanza non costituisce alcun rischio per il nascituro

up

Trattamento per galattorea

(D) Ho partorito tre anni fa, non ho allattato perché avevo poco latte misto a sangue. Le analisi del sangue ripetute cadenzialmente ogni sei mesi non risulta nulla di patologico. Anche il valore della prolattina è nella norma. Io continuo a produrre latte che con una leggera pressione fuoriesce in abbondanza. Inoltre sono gonfia e non perdo peso. Cosa posso fare?

(R) La secrezione di liquido lattescente ( galattorrea) può continuare per diversi anni dopo una gravidanza o un allattamento, anche in presenza di valori normali di prolattina.
Tra le cause più comuni vi è l’ assunzione di farmaci come sedativi, antidepressivi, antipsicotici, antipertensivi e anticoncezionali. Spesso però la causa che provoca la galattorrea rimane indeterminata.
Fortunatamente il disturbo non porta a nessuna conseguenza e si risolve spontaneamente.
Per favorire questo processo si consiglia di evitare la stimolazione dei capezzoli , in particolare la spremitura.
Utile anche indossare indumenti che riducano al minimo l’attrito con la parte Per cercare di ridurre al minimo o eliminare la galattorrea, qualora crei disagio e fastidio, si può ricorrere anche ai farmaci antiprolattinemitici, per questo però deve consigliarsi con il suo medico curante.

up

Gravidanza al 2° mese con HPV +

(D)Mia nuora di anni 38 gravida al 2° mese con pregressa positività ai genotipi 31 e 16 ha fatto una biopsia della portio con esito di: cervicite cronica con metaplasia squamosa epitelio di superficie, reperto di aree di neoplasia intraepiteliale cervicale: CIN-II e focale CIN-III con alterazioni citopatiche. Chiedo gentilmente avere consigli su come affrontare il problema, se vi sono pericoli per la gravidanza e per il marito in attesa del consulto con il Ginecologo già programmato a giorni.

(R) Una CIN in gravidanza non deve destare preoccupazione né per la gestante né per il feto La lesione va tenuta sotto controllo fino all'espletamento del parto dopo di che si procede al trattamento.

up


CONTRACCEZIONE
GINECOLOGIA
GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
HPV E PATOLOGIE CORRELATE
INFEZIONI
MENOPAUSA
PAP-TEST E COLPOSCOPIA
SALUTE
SENOLOGIA

Se tra le FAQ non trovi il quesito che ti interessa, puoi scrivere direttamente al mio indirizzo e-mail


Via Capitan Fiorillo 11, 54033 MARINA DI CARRARA (MS)
mob: 335/6663687 - email: gentili.cc@libero.it