F.A.Q.

PAP-TEST E COLPOSCOPIA:

  DOMANDE DALLA RETE
Quadro colposcopico anormale
CIN 3
Spiegazioni Risultato
Risultato pap test e perdite
Risultato pap test: citolisi lattica
Pap Test con incerto significato
Pap test risultati discordanti
Polipo rilevato da Paptest THINPrep
Pap-test anomalo e colposcopia



Quadro colposcopico anormale

(D) Salve , mi sono sottoposta a colposcopia perché il mio ginecologo durante una visita ha notato un piccolo sanguinamento dovuto ad una pieghetta.

Dalla visita colpiscopica è risultato:
Giunzione squamocolonnale
Visibile esacervicale
Quadro colposcopico normale
Epitelio originale atrofico fino a 2/3
Trasformazione anormale G2
Epitelio bianco ispessito ore 12-2
Reperti miscellanei :marcata reazione aceto positiva sul L.A. Fare biopsia
Il giorno dopo ho fatto la biopsia e attendo ancora i risultati ... 6 mesi prima ho fatto il pap test ed è tutto normale ...
Come mai in sei mesi una tale evoluzione?
A cosa può essere dovuto?
2 anni fa risultò positivo all'hpv test 6 ma dopo 6 mesi era già sparito ... Ho continuato a fare i controlli ogni 6 mesi .

È una cosa preoccupante? L'attesa del risultato della biopsia è molto stressante...
Non so cosa pensare.

(R)La colposcopia é un test molto sensibile, ma non altrettanto specifico.
Questo significa che molte delle anormalità segnalate, in assenza di una citologia positiva, non corrispondano ad una lesione vera e propria ma sono espressione di fatti infiammatori o ripartivi tipici di quell'area.

Per questo motivo viene definita un esame di 2 livello ed eseguita in seguito ad un pap test anormale con lo scopo di individuare la zona di provenienza delle cellule alterate su cui fare una biopsia; in questo modo l’esame diventa molto più specifico.
Se il pap test 6 mesi fa era negativo aspetterei con tranquillità l'esito della biopsia.

(D) Salve dottor Gentili, ho avuto oggi i risultati della biopsia: Frammenti di portio rivestiti da epitelio pavimentoso con displasia grave fino al carcinoma in situ .Indenni da lesioni gli sfondati ghiandolari endocervicali presenti nei prelievi.

È una cosa grave? Cosa mi diranno di fare?

(R)Si tratta di una lesione precancerosa della cervice uterina limitata all'epitelio superficiale, che per essere rimossa necessita di un piccolo intervento chirurgico.

Fortunatamente oggi esistono dei sistemi quali l'ansa diatermica o il laser con i quali è possibile con un intervento ambulatoriale eradicare la lesione asportando solo il tessuto interessato con una elevata percentuale di guarigione lasciando integre le funzioni riproduttive dell'organo.

Sul materiale prelevato verrà valutato in maiera più completa il grado delle anormalità e se la lesione è stato asportata completamente.
Nella maggioranza dei casi l'intervento di conizzazione è risolutivo.

up



CIN 3

(D) 38 aa,2 figli.
Anamnesi muta Annuali pap test negativi All'interno di campagna screening asl/ospedale
Gen 2016 pap test: hsil
Feb 2016 biopsia negativa
Marzo 2016 test per hpv positivo per ceppi slto rischio
Aprile 2016 conizzazione
Maggio 2016 istologia post conizzazione:cin3/ hsil.
La esione giunge a ridosso del margine di rezione endometriale.

Ho fiducia del centro,mi hanno prescritto pap test a sei mesi. Ho chiesto v.intramoenia al ginecologo che ha effettuaton conizzazione per delucidazioni. Chiedo, e potete rispondere senza timore di spsventarmi, se si puo' parlate -come si dice per altre forme cancerose o precancerose o displasiche- Di MARGINI CHIRURGICI DI RESEZIONE INDENNI o LIBERI da PATOLOGIA???
Debbo serenamente prepararmi ad un'altra conizzazione/amputazione collo uterino?
Non intendo piu'avere figli. Ho posto la domanda al settore anatomopatologia poiche' pernmebla risposta/referto e'stato criptico.Ai clinici poi la scelta terapeutica ovviamente.

(R)Nella risposta, così come Lei la ha formulata, non capisco bene a cosa faccia riferimento " il margine di resezione endometriale"; probabilmente penso voglia riferirsi al margine di resezione distale del cono e cioè a quella parte che guarda verso l'endometrio.
Comunque si usa il termine “a ridosso” quando la lesione è vicina al margine di resezione chirurgica però non lo interessa. Il che significa che presumibilmente la lesione è stata completamente asportata.

Le possibilità di risoluzione della malattia sono dunque elevate. Mi sottoporrei ai controlli consigliati dalla struttura e mi preparerei invece serenamente ad una guarigione definitiva.

up


Spiegazioni Risultato

(D) Buona sera, vorrei avere spiegazioni sul risultato del mio paptest effettuato il 12 maggio 2016. Classificazione Generale: CL. 2^ - FLOGOSI MODERATA Descrizione: MODIFICAZIONI REATTIVE DA INFIAMMAZIONE. FLORA BATTERICA MISTA. NOTE DI DISCHERATOSI E PARACHERATOSI. NOTE DI METAPLASIA SQUAMOSA. CELLULE ENDOCERVICALI IPERTROFICO- IPERPLASTICHE COMMISTE A LEUCOCITI IN PARTE DISFATTI.

(R)Il referto da lei riportato è un quadro che si riscontra non raramente nel pap test normale .
Le alterazione descritte fanno parte di una reazione cellulare ad stimoli irritativi che possono essere infiammatori, chimici e traumatici che si verificano continuamente nell' “ambiente”vaginale.

(D) E' preoccupante? A cosa pensa, sia dovuta? Ad Aprile ho assunto ELLAONE, crede che può essere dovuto a questo? Da venerdì sto assumendo ASSORAL 300 mg 1 cps al giorno e meclon crema. Cosa consiglia di fare?

(R)Come ho detto il quadro descritto rientra nella normalità. Se ha disturbi di tipo infiammatorio può effettuare un tampone vaginale per laricerca di canduda e germi banali. Le consiglio però per questo di rivolgersi al suo ginecologo.

up


Risultato pap test e perdite

(D) Da diverso tempo soffro di continue perdite molto fastidiose, bianco gialline e senza odori particolari. Ho effettuato un pap test, negativo per cellule neoplastiche e non è stata evidenziata la presenza di microrganismi (cosa che mi pare stana, perché non sono segnate né la flora batterica mista né il bacillo di Doderlein, oltre ai patogeni).
Il referto dice "discheratosi e discariosi lieve. Assenti le cellule cilindriche endocervicali. Discreto numero di leucociti". Controllo tra sei mesi.
Avendo subito una diatermocoagulazione per CIN1 nel 2008, mi sono un pochino spaventata. La ginecologa mi ha lasciato il referto presso il centro nel quale ho effettuato la visita, ma non mi ha dato nessuna terapia né mi ha lasciato scritto nulla.

(R)Riguardo ai microorganismi il pap test può non segnalarne la presenza perché le concentrazione sul campione possono non essere sufficienti alla visione microscopica.

Di fronte al disturbo fastidioso che lei riferisce suggerirei di fare un esame colturale del secreto vaginale; tenga però presente che normali perdite vaginali bianche possono assumere un colorito giallino quando vengono a contatto con l'ambiente esterno.

Riguardo invece alla discariosi il termine è usato in U.K. per descrivere alterazioni nucleari equivalenti al nostro CIN.
Pertanto la sua discariosi lieve dovrebbe corrispondere ad un CIN1 .
In Italia il termine è poco usato e viene talvolta impropriamente impiegato per descrivere alterazioni nucleari reattive a stimoli rimo infiammatori, chimici e traumatici privi di significato patologico.


(D) Lei ritiene che il controllo tra sei mesi sia opportuno, essendo la seconda volta che il problema si ripresenta? Dopo il 2008, quando ho effettuato la DTC e la tipizzazione virale (ceppo ad intermedio rischio oncogenico), ho sempre avuto pap test negativi.
All'ultimo pap test, un anno fa, mi avevano detto di ripetere il controllo dopo TRE anni, perché mi reputavano guarita. Per me queste CIN 1 sono un fulmine a ciel sereno, specie perché da allora ho lo stesso partner (che era risultato negativo alla ricerca di HPV).

L'HPV è come l'herpes, una volta contratto non può essere eradicato?

(R)Per quanto riguarda il controllo è opportuno che senta la ginecologa che la segue
La differenza tra L'Herpes e Hpv e che il primo effettivamente una volta contratto rimane ospite costante negli epiteli e nelle mucose dell' organismo.
IL secondo invece se non integra nella cellula diventando un agente oncogeno viene eliminato spontaneamente.
Le cause di una reinfezione possono essere causate dello stesso tipo di HPV o più probabilmente, da un nuovo tipo. Comunque le alterazioni da lei riferite, se effettivamente si riferiscono ad un CIN1 , non destano preoccupazione in quanto nella grande maggioranza dei casi regrediscano spontaneamente senza bisogno di terapia alcuna.


up



Risultato pap test: citolisi lattica

(D)
Buongiorno, avrei una domanda da farle. Ho effettuato il pap test e la mia ginecologa mi ha detto che è tutto ok. C'era però la dicitura citolisi lattica. Potrei sapere cosa significa? Grazie.

(R)Per mantenere un giusto Ph in vagina sono necessari dei batteri che si chiamano lattobacilli. 
Questi microrganismi sono pertanto fisiologici. In alcune circostanze, come ad esempio una gravidanza o durante ad una terapia anticoncezionale con estroprogestinici, ma anche a seguito di un regime alimentare più ricco di carboidrati o ancora più spesso senza una causa apparente,
possono aumentare di numero determinando una lisi delle cellule superficiali dell'epitelio vaginale.
Questo fenomeno, chiamato appunto citolisi da lattobacillo, è spesso transitorio e di fatto non porta alcuna conseguenza.


up



Pap Test con incerto significato

(D)
Salve ho eseguito un pap test con il seguente risultato
Cellule epiteliali pavimentose superficiali eosinofile e basofile
Cellule intermedie cellule da metaplasia reattive
Cellule cilindriche cervicali
Fra detti elementi sono presenti alcune cellule discheratosiche
Flogosi da gardnerella vaginalis si consiglia colposcopia .

Ho eseguito la colposcopia e hanno fatto anche una biopsia il mio medico rientra la settimana prossima e i risultati della biopsia e colposcopia passano 10 giorni e ho iniziato anche la cura con ovuli uno x sera x 5 giorni chemicetina mi potete spiegare cosa potrebbe essere il medico della colposcopia ha detto di non preoccuparmi ma sono molto preoccupata.

(R)Il termine di discheratosi corrisponde nel paesi anglossassoni a una alterazione cellulare in senso neoplastico e come e tale viene graduata in discariosi lieve, moderata e grave. In Italia e molti altri paesi queste alterazioni cellulari vengono chiamate SIL(lesione squamose intraepiteliali) Il termine di discariosi è poco usato e viene riservato per segnalare dei processi reattivi su base infiammatoria. Se questo è l'orientamento interpretativo del citopatologo che ha fatto la diagnosi può stare tranquilla.

up

Pap test risultati discordanti

(D) Spiego velocemente la mia storia, in relazione alla quale vorrei avere un parere medico. L'anno scorso ho fatto un pap-test dal quale è risultata una LSIL di basso grado, mi hanno consigliato di fare una tipizzazione HPV che è risultata negativa, ovvero non presentava il virus.
Con tanto di referto medico sono tornata dal ginecologo il quale mi ha detto di rifare la tipizzazione poichè potevano avere sbagliato il prelievo. Allora per togliere ogni scrupolo, ho rifatto pap test e tampone hpv (tutto questo circa 3 mesi dopo del primo pap test) Entrambi sono risultati nella norma , quindi anche il pap test non evidenziava alcuna anomalia cellulare (solo abbondanti lattobacilli).
Mi sono tranquillizzata ed è passata l'estate e anche l'autunno. A fine ottobre sono tornata a fare il controllo pap test dal quale è uscito CAMPIONE NON SODDISFACENTE.
L'ho quindi ripetuto a dicembre e i risultati arrivati pochi giorni fa riscontrano dinuovo una LSIL di basso grado. Attualmente sono in attesa di fare la colposcopia.
Intanto al mio ragazzo, con cui sto insieme da circa due anni, hanno riscontrato dei candilomi genitali.

Vorrei sapere come sono possibili tutte queste discordanze? è possibile avere una lesione con hpv negativo? è possibile che io fossi guarita e l'ho ripreso dinuovo? si può riprendere lo stesso ceppo 2 volte? Ho tanta confusione in testa.

(R)Generalmente quando il test HPV è negativo le alterazioni citologiche osservate sono quasi sempre reattive e non legate ad un infezione virale.
Può darsi però che il test sia venuto negativo in quanto tipizzava solamente i tipi ad alto rischio mentre le infezioni virali legate a forme condilomatose sono sostenute da virus a basso rischio o a virus non facenti parte del pool di virus da testare contenuti nel test, oppure ancora da una bassa carica virale.
E' possibile d'altronde che un LSIL citologico ricompaia dopo un precedente test negativo. Questo può essere espressione di un falso negativo intervallo e cioè di una infezione non risolta ma non rilevata dal test precedente.
Insomma ci sono molti motivi che possono spiegare le discordanze da lei riferite che per lo più si verificano in maniera sporadica . Per concludere posso dirle che le lesioni citologiche di basso grado sono legate ad un infezione virale che guarisce spontaneamente.

La guarigione può avvenire talora in tempi lunghi (anche due anni ) senza però lasciare segno ne danno sui tessuti interessati. Effettuare regolari controlli citologici circa ogni 6 mesi fino alla scomparsa delle anomalie potrebbe essere il giusto atteggiamento.


up

Polipo rilevato da Paptest THINPrep

(D) Buonasera dottore sono una ragazza di 27 anni.
Eseguo annualmente visita ginecologica e pap test e fino al 2015 problemi zero.
A settembre 2015 il mio pap test evidenziava: gr+ paracheratosi lievi cariomegalie e sporadica binucleazione (controllo fra 6 mesi).
La mia ginecologa mi aveva consigliato di ripetere quel pap test dopo un anno e non 6 mesi. Ma per cause di forza maggiore sono tornata alla visita il 14 febbraio scorso quindi dopo più di un anno.
 
Durante la visita la ginecologa ha scoperto un polipo da quello che ho capito al canale cervicale. Ha fatto il pap test thinprep e stamattina ho ritirato la risposta e risulta questa: Classificazione generale Negativo; altri aspetti non neoplastici, alterazioni cellulari reattive associate a infiammazione (compresa la riparazione tipica).
Note e commenti: Gr+ paracheratosi discheratosi lievi cariomegalie (controllo tra 6 mesi).

Di nuovo la ginecologa dice di rifarlo invece tra un anno e che potrebbe essere dovuto al polipo questo risultato. Io mi ero un po' documentata sul polipo sentendo qualche parere e tutti mi consigliavano di toglierlo perché crescendo potrà creare qualche problema per una futura gravidanza (ho 27 anni) e che l'isteroscopia è una procedura semplice.
La ginecologa invece mi ha detto che non è vero che può causare problemi per una gravidanza e che adesso il polipo è piccolo per toglierlo in ambulatorio da lei e che rischia di romperlo.
Io vorrei stare tranquilla sinceramente e volevo toglierlo visto che mi è stato detto che è una procedura semplice. Lei cosa mi consiglia? Puó essere il risultato del pap test dovuto al polipo?

(R)Da quello che riferisce il suo pap test è negativo.
Il termine discheratosi è usato in alcuni paesi anglosassoni per definire delle anomalie cellulari che necessitano se lievi di essere controllate nel tempo, se gravi di essere sottoposte a trattamento.
Questo termine, nel resto di Europa e negli Stati Uniti, viene sostituto con quello di Lesione Squamosa Intraepiteliale di Basso Grado (LSIL) quando le alterazioni sono lievi o di Alto Grado (HSIL) quando sono gravi.
La dizione discheratosi viene talora ancora usata in alcuni laboratori però assume un significato diverso da quello originario e cioè viene associato come si dice nel referto ad “alterazione cellulari reattive” conseguenza di fatti infiammatori, piccoli traumi o esposizione a un pH vaginale eccessivamente acido.Niente di neoplastico dunque.

Il polipo è una piccola escrescenza dell'endocervice uterina conseguenza anch'esso di fatti infiammatori e reattivi che non porta alcuna conseguenza.
Se si decide di asportarlo, in quanto talvolta può essere fonte di piccoli sanguinamenti, l’intervento, ambulatoriale, è semplice e indolore.




Pap-test anomalo e colposcopia

(D) Volevo chiederti un consiglio, ho fatto la visita ginecologica il 20 aprile scorso, con il ritiro del pap-test il 5 maggio, dove mi è stata consigliata la colposcopia dopo aver riscontrato ASC-US, rare cellule e possibilmente reattivo. Vi descrivo anche i pap-test precedenti: 9/07/2014: infezioni (candida) ASC-US LSIL sospetto CIN1. La dottoressa mi aveva consigliato di ripetere il pap-test dopo 6 mesi, visto che era la prima volta usciva questa cosa. Ripeto il pap-test il 2/02/2015: negativo per lesioni intrapiteliali o neoplastiche maligne. Infiammazione (compresa la riparazione tipica). Candida. Questo è stato l'ultimo che avevo fatto prima di fare quello il 20 aprile scorso.
Ieri, 12 maggio, ho fatto la colposcopia e insieme ho fatto il test HPV e sulla colposcopia ha scritto area di mosaico esteso alle ore 12 e ore 6, dove si eseguono 2 biopsie rispettivamente. La dottoressa che mi ha fatto l'esame è stata abbastanza scorbutica, non mi ha spiegato niente, le ho fatto diverse domande, chiedendo se le lesioni erano grandi o piccole, se poteva essere una cosa grave, ecc..ma lei ha risposto sgarbatamente e senza darmi risposte precise.
In più mi ha fatto una polemica riguardo alla pillola, incitandomi a prenotare una visita ginecologica in ospedale da loro, di fare tutti gli esami per vedere se sono predisposta a trombosi e fare un quadro clinico chiaro. Ma io la visita l'ho fatta neanche un mese fa dalla mia ginecologa, perché ripeterla? E la pillola me l'hanno prescritta in ospedale dopo avermi fatto tutti gli esami.
Sono un soggetto molto ansioso, e lei mi ha agitata ancora di più! Non so cosa pensare ed ho paura! Ho tanta paura di avere un tumore, non sono pronta. Ho 27 anni e sono molto preoccupata.

(R)Il citologo con questa risposta di tipo interlocutorio vuole indicare al ginecologo una situazione di lieve anormalità. Sarà il ginecologo a stabilire, con una visita, il da farsi.
Nella stragrande maggioranza dei casi queste anomalie si risolvono spontaneamente . Da quello che mi riferisce mi sembra che non ci sia motivo di allarmarsi . Attenda comunque l'esito della biopsie che però, visto il referto citologico, non dovrebbero riservare sorprese in senso negativo.

up


CONTRACCEZIONE
GINECOLOGIA
GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
HPV E PATOLOGIE CORRELATE
INFEZIONI
MENOPAUSA
PAP-TEST E COLPOSCOPIA
SALUTE
SENOLOGIA

Se tra le FAQ non trovi il quesito che ti interessa, puoi scrivere direttamente al mio indirizzo e-mail


Via Capitan Fiorillo 11, 54033 MARINA DI CARRARA (MS)
mob: 335/6663687 - email: gentili.cc@libero.it