NEXPLANON®:










Impianto contraccettivo per uso sottocutaneo (NEXPLANON®)

Il NEXPLANON® è un bastoncino di plastica radio-opaco, non biodegradabile, morbido e flessibile, lungo 4 cm con diametro di 2 mm contenente progesterone.
Il dispositivo si applica sottocute nella parte interna dell’avambraccio.
L’impianto ha una durata di 3 anni con una sicurezza che si aggira attorno al 99%

Come funziona?
Il progestinico contenuto nell'impianto previene la gravidanza principalmente bloccando l'ovulazione. Inoltre, ispessisce il muco cervicale, ostacolando in tal modo l’ingresso dello spermatozoo nell’utero e la fecondazione dell’uovo. Modifica anche la struttura della mucosa endometriale rendendola non recettiva all’impianto dell’uovo fecondato.

Quanto è sicuro?
Sebbene nessun metodo di contraccezione sia efficace al 100%, l’impianto sottocutaneo vi arriva molto vicino.

Quali sono i vantaggi?
L'impianto ha i seguenti vantaggi:
• a differenza della pillola contraccettiva, può essere utilizzato da donne che non possono o non vogliono utilizzare gli estrogeni
• una volta in sede, non è necessaria alcuna altra precauzione aggiuntiva per prevenire la gravidanza
• la sua efficacia non viene ridotta in caso di vomito o diarrea, non essendo assunto per via orale
• può essere inserito immediatamente dopo un aborto o il parto e durante l'allattamento
• non interferisce con la normale attività sessuale o con le attività quotidiane
• lo si può rimuovere in ogni momento

Come viene inserito?
L'impianto viene inserito nel sottopelle nella parte interna dell’avambraccio con uno speciale inseritore, praticando anestesia locale. Non è necessaria alcuna incisione della cute.
L’intera procedura richiede solo pochi minuti.

Come viene rimosso?
Per rimuovere l'impianto, è necessaria una piccola incisione sempre preceduta da anestesia locale.

Chi può inserire o rimuovere l’impianto?
L’impianto deve essere inserito e rimosso solo da medici addestrati in tale procedura.

Quali sono i possibili effetti collaterali?
L'effetto collaterale più comune è un mestruo imprevedibile, in quanto i cicli mestruali, a differenza di quanto succede con la pillola tradizionale, possono essere irregolari. Con la pillola, infatti, si procede con un’assunzione ciclica del farmaco (solitamente 3 settimane di uso e una di pausa), e ciò garantisce la cadenza mensile dei flussi.

Con l’impianto, di contro, il farmaco è assorbito in maniera continuativa, senza pause mensili e da ciò dipende l’irregolarità dei cicli. Alcune donne possono presentare anche cicli più diradati e, talora, addirittura assenza di mestruazioni. Altri effetti collaterali, comuni anche ai contraccettivi orali, sono i cambiamenti di umore, mal di testa, acne e depressione; più raramente, aumento di peso.

Viene riferita una diminuzione dei dolori mestruali.

 


Via Capitan Fiorillo 11, 54033 MARINA DI CARRARA (MS)
mob: 335/6663687 - email: gentili.cc@libero.it