PAP TEST

Materiale strusicato su vetrino, successivamente colorato con il metodo Papanicolaou

Il Pap test è l’esame che, attraverso un microscopio, osserva le cellule prelevate dal collo dell’utero e segnala la presenza di eventuali alterazioni.
La procedura consiste nel prelevare una piccola quantità di muco vaginale con un bastoncino di legno o di plastica, chiamato spatola, o con un bruschino.

Il muco viene quindi strisciato su un vetrino (da cui deriva l’espressione “ striscio vaginale”) e, successivamente, trattato con coloranti che evidenziano le caratteristiche cellulari.

Il metodo diagnostico prende il nome dal medico greco-americano Georgios Papanicolaou che sviluppò questo test più di 70 anni fa. Da allora, la colorazione di Papanicolaou è rimasta pressoché invariata.

Materiale strisciato su vetrino
...e successivamente colorato

Colorazione rapida e diagnosi immediata

Negli ultimi decenni la metodica è stata semplificata per cui, avendo ridotto i tempi di preparazione a pochi minuti, è ora possibile la formulazione di una diagnosi immediata.

La risposta immediata permette, in caso di positività dell’esame ,di effettuare nella stessa seduta una colposcopia ed un’eventuale biopsia sulla zona anormale segnalata dal Pap test.

Microscopio con set di colorazione rapida
   


Via Capitan Fiorillo 11, 54033 MARINA DI CARRARA (MS)
mob: 335/6663687 - email: gentili.cc@libero.it